Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
logo artevox

CHI SIAMO

Dal 2007 ArteVOX si occupa di produzione teatrale, comunicazione e ufficio stampa.
Ad oggi abbiamo prodotto 8 spettacoli di teatro adulti e 2 spettacoli di teatro ragazzi, realizzando oltre 300 repliche in tutta la penisola.

Marta Galli

MartaGalliAttrice e organizzatrice | Laureata in Lettere Moderne con indirizzo Storia del Teatro all'Università degli Studi di Milano, studia recitazione presso la scuola Quelli di Grock. Come attrice lavora con Luca Ronconi, Andrée Ruth Shammah, Claudio Autelli, Andrea Lisco, Paolo Trotti. Segue laboratori di teatro danza, e dei grandi maestri come Cesar Brie, Danio Manfredini, Maria Consagra. Nel 2005 fonda ArteVOX, agenzia di servizi per il teatro, che si occupa di produzione e comunicazione teatrale. Per ArteVOX segue l'organizzazione, la produzione e la comunicazione. Insegna recitazione dal 2003 al 2012 prima presso l'arci di Vimercate (dove vive) e poi presso la Scuola delle Arti di Monza. Dal 2014 insegna nel corso di Organizzazione teatrale della scuola Teatri Possibili di Milano e cura la programmazione di TeatrOreno a Vimercate.
Ha un bimbo che la tiene con i piedi per terra e che le ha insegnato che la vita va vissuta fino in fondo. Ha sempre un sogno nel cassetto ed ogni giorno è un sogno diverso.
Ama il teatro e il suo lavoro e fa del suo meglio per costruire un mondo in cui alla domanda "che lavoro fai?" non ci si senta in imbarazzo a rispondere "faccio l'artista".

Anna Maini

MainiAutrice. Regista. Docente. | Laureata in Lettere Moderne indirizzo Discipline musicologiche e dello Spettacolo all'Università degli Studi di Milano.
Frequenta il Master di Scrittura Teatrale del Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea Ουτις, condotto da Giampaolo Spinato e studia Regia a Roma con Mauro Maggioni.
All'attività di drammaturga e di regista affianca quella didattica: conduce laboratori e corsi nelle scuole materne, primarie, secondarie inferiori e superiori e presso l'Università degli Studi di Milano, e trae da questa attività una grande soddisfazione, specialmente quando vede sfavillare la luce della Creazione negli occhi dei suoi allievi.
A ventisei anni nel suo quaderno con i gatti scrive: "Ho capito finalmente cosa voglio fare della mia vita: voglio metterla al servizio dell'Arte e del Teatro. Voglio leggere e raccontare ai bambini la mia Favola. Voglio ascoltare la Musica sublime e scrivere sulle sue note. Voglio accatastare in un'unica stanza tutta l'esperienza del mondo e poi prenderla e donarla agli altri, in un infinito flusso di scambi in divenire; finché non arriverà la Morte che mi coglierà con un libro in mano."

Stefano Annoni

AnnoniAttore | Diplomato alla Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano contribuisce a fondare nel 2007 ArteVOX Teatro per la quale interpreta un giovane Gramsci ("Cena con Gramsci", 2007, regia Andrea Lisco), un Peppino Impastato dapprima affiancato da Aldo Moro ("A.N.N.A. - Amore Non Ne Avremo", 2008, regia Paolo Trotti) e in seguito in un one man show giunto ormai oltre la centesima replica ("AUT, un viaggio con Peppino Impastato", 2010, regia Paolo Trotti), un giovane testimone della strage di Piazza Fontana ("Piazza Fonatana, una storia d'amore", 2009, regia P. Trotti) e ancora un formidabile Emil Zatopék che lo porterà a correre al Piccolo Teatro di Milano, per la regia di Massimiliano Speziani ("Volo903. Emil Zatopék: il viaggio di un atleta", 2013), fino all'ultima fatica della compagnia, ancora in fieri, sul centenario della Prima Guerra Mondiale, dove interpreta Pietro, un soldato italiano che combatte sul fronte tirolese ("Per una stella", 2015, regia Stefano De Luca).
Oltre all'esperienza con ArteVOX, Stefano lavora con i registi Patrice Chereau, Gabriele Salvatores, Maurizio Schmidt, Massimo Navone, Tato Russo e con la compagnia LattOria dove veste i panni di una drag-queen in tacco 12. Ultimamente lavora con Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti che affronta a mosse di Taekwondo nei ridotti panni di un ragazzo in mutande per la produzione "La Scena", regia di Cristina Comencini.
Non sopporta la parola "artista" e preferisce il termine (consapevolmente Radical Hipster) di "artigiano da palco".

Contattaci     +39 333 296 2935     info(at)artevoxteatro.it      facebook      twitter     youtube      iscriviti alla newsletter